Infoline: +39 030 2680453
 

Riqualificazione energetica degli edifici


Riqualificazione energetica degli edifici

Un passo essenziale verso una vera ottimizzazione dei consumi d’energia termica consiste nel diminuire il fabbisogno termico dell’edificio dove si abita o si lavora: bisogna cioè fare in modo di isolare l’edificio per favorire una buona diffusione del calore all’interno dei locali e, allo stesso tempo, evitare una dispersione all’esterno. Per questi scopi si usano materiali isolanti che hanno proprietà fisiche tali da ostacolare il passaggio di calore attraverso la loro struttura. Esiste una grande varietà di prodotti isolanti sul mercato, sia di natura sintetica, sia naturali. Questi ultimi hanno generalmente un costo superiore, tuttavia garantiscono una maggiore salubrità ad edifici ed ambienti e sono in genere facilmente riciclabili una volta dismessi.I principali isolanti attualmente sul mercato sono:
- Isolanti di sintesi: poliuretano espanso, polistirolo espanso, resine fenoliche espanse, PVC espanso;
- Isolanti minerali: vetro cellulare, fibre di roccia, fibre di vetro, vermiculite, perlite;
- Isolanti vegetali: sughero, fibre di legno.
Ovviamente la nostra propensione va in favore di questi ultimi.

1 – valutazione energetica, prescrizioni, soluzioni tecnologiche.
Il ns. ufficio tecnico è a Vs. disposizione per la ricerca di soluzioni in base alle vostre esigenze. Vi assistiamo nel progetto, per ottimizzare l’impianto. Per un progetto di massima clicca su “richiedi progetto”.
2 – ventilazione meccanica forzata e sanificazione dell’aria.
All’interno di un edificio il vivere quotidiano genera l’accumulo d’odori, anidride carbonica e vapor d’acqua. Per garantire un corretto ricambio d’aria è dunque necessario che tutte le unità immobiliari siano dotate di un impianto di ventilazione meccanica controllata che, mediante un sistema d’immissione ed aspirazione forzata, consenta di effettuare un continuo ricambio d’aria durante le 24 ore senza la necessità di aprire i serramenti.
Al fine di ridurre al minimo le perdite di calore conseguenti all’emissione dell’aria calda viziata, l’impianto di ventilazione può essere integrato da un recuperatore di calore che consente di preriscaldare l’aria di rinnovo sfruttando la temperatura di quella espulsa che, in caso contrario, andrebbe dispersa. La maggior parte delle case costruite negli ultimi anni sono state progettate tenendo conto di economie costruttive e non di economie di gestione. Ciò che spenderemo in più per la costruzione della nostra casa, grazie al risparmio energetico ed agli incentivi statali, verrà recuperato in pochi anni.


La ventilazione forzata, essenziale per il benessere ambientale, ha acquisito nel corso degli anni una gran rilevanza. Come per la ventilazione naturale, anche per quella meccanica vi sono leggi e norme che ne stabiliscono i parametri tecnici fondamentali: la ventilazione naturale è funzione delle superfici di apertura, quella forzata è funzione delle portate d’aria di ogni singolo apparecchio.
La ventilazione forzata o, come correntemente indicata, ventilazione meccanica, è realizzabile con diverse apparecchiature e impianti. La scelta deve essere preceduta da un’accurata analisi delle esigenze ambientali, dai vari vincoli della struttura dell’edificio e in rispetto delle norme di legge, affinché la soluzione tecnica sia idonea e realizzabile in tempi e costi corretti.
3 – pareti e controsoffitti in cartongesso.
La nostra casa del futuro sarà leggera e performante :la gamma di soluzioni è basata sulla tecnologia dei sistemi a secco, che con tre semplici componenti baase (struttura metallica,lastre in gesso rivestito, isolante in intercapedine) e una serie di altri accessori attribuisce nuovi valori al Progetto dell’Edificazione e quindi all’Abitare.